L’antico innamorato… un sogno ad occhi aperti

postato in: Notizie | 0

Era un ragazzo di un’età indefinita con innata in lui la consapevolezza delle passioni e dei desideri di un uomo e, tuttavia, sognava di una donna. Una donna particolare. Era sua. Non era materna, non una sorella, né un’amica, ma l’amava. Lui non capiva l’amore. Non lo cercava. Ma ne percepiva la forza.

Lei aveva un volto pallido incorniciato da soffici capelli scuri. La sua voce scintillava come l’acqua echeggiando a lungo nella sua mente. In sua presenza avvertiva il calore del suo amore. Non aveva mai visto mani delicate come le sue.

Lui la incontrò, idealmente, per la prima volta in casa di un’amica alla quale faceva visita spesso. Gli parlava sempre di lei e spiegava come fanno gli amici intimi quando descrivono qualcuno a cui tengono molto. Il fascino di quel sogno e di quell’immagine non lo lasciò mai. Ricorda bene i suoi sentimenti al solo pensiero che l’avrebbe incontrata, consapevole che sarebbe arrossito tradendo i suoi sentimenti.

S’incontrarono. Un breve dialogo è tutto ciò che accadde. Lei sedeva a terra davanti al fuoco e lui su una sedia all’angolo opposto. Cercava invano di non fissarla. Era abbagliato da lei. Era bellissima. Ancor più bella del sogno stesso

Lascia un commento

20 + 13 =